Daniela Braccu

Daniela Braccu

Lavandaia Devota

Abbiamo aperto la lavanderia nell’89, avevo diciott’anni e una paura, ma una paura. Un cliente una volta, un turista: un turista mi ha chiesto di lavargli una pesca. Un altro invece, Battista Pilurzi: Battista Pilurzi è stato il primo. Diciotto anni e duecento milioni di debiti. E una paura.
Battista Pilurzi primo cliente: ventimila lire, le conservo ancora. Qui ci vogliono bene eh, quella volta dell’incendio mi hanno aiutato tutti. Soprattutto Gianluca della profumeria, e la sua famiglia. Una solidarietà incredibile. La foto? Ah no quella della foto è mia nipote, lavora con me ed è anche maestra di ballo. Ma ballo anch’io eh, latinoamericano, da mio cognato. Cavallo di battaglia: la bachata.