Giovanni e Francesca

Giovanni e Francesca

Cucina Familiare

Io non mi voglio messa in fotografia, ma cosa?, che ormai sono vecchia, è giusto che nella foto ci siano i miei figli che hanno studiato ma spero che lo portino avanti lo stesso il ristorante, almeno part time; io la mattina mi alzo alle cinque e vado in campagna, alla Suaredda, mungo le capre, poi con quel latte facciamo le seadas, km zero, si dice; certo che hanno i nomi, le caprette, quella che mangia molto si chiama Maria Fulchetta, un’altra Palixedda che è un nome antico che usavano già i miei nonni per le loro capre, poi ce n’è una così brutta che l’abbiamo chiamata Belèn, per contrasto, poi abbiamo un muflone che si chiama Nello, che è come un cagnolino; prima di questo ristorante avevo una gastronomia, il Sombrero, prima ancora un negozio di abbigliamento, organizzavo sfilate, facevamo salotto, ero sempre informata sulle cose della moda, mi chiamavano Marta Marzotto.