Stefano Campanelli

Stefano Campanelli

Immobile sul Mare

Venivo da bambino come turista. Con mamma andavo sempre a La Cinta, da Gavino. Ogni volta che ripartivo sentivo il mal di Sardegna e alla fine ho fatto un biglietto di sola andata.
Stavo cercando una casa e invece ho trovato un’intera agenzia immobiliare. Cerco la collaborazione dei colleghi, non la competizione. Solo così il paese può crescere. Una volta arrivò un acquirente, innamoratissimo di sua moglie. Entrambi innamorati di una casa nel mio listino. A loro serviva un box, e nella casa c’era. C’erano anche altre cose: vicino al mare, un buon prezzo, appena ristrutturata, un vero affare.
Lui voleva lo sconto. Guardava una fuga sul terrazzo, una cosa da poco. Ma lui diceva che avrebbe fatto infiltrazione e voleva lo sconto. Il prezzo era già ottimo, la moglie lo pregava di cedere, ma lui voleva lo sconto. Litigarono malamente e io vendetti ad un altro.
Lo rividi tempo dopo: Aveva comprato una casa senza box e più cara. Diceva che in soggiorno ci pioveva. Chiesi della moglie. Mi disse che lei non aveva fatto sconti.